Privacy Policy
Get Adobe Flash player

Benvenuti

INFORMAGIOVANI - COMUNE DI LODI

Piazza Broletto 6 - 26900 Lodi -

tel. 0371.409472 - 0371409474

fax. 0371.409414

Sito internet: www.comune.lodi.it/informagiovani

Banca dati informativa: http://informagiovanilo.altervista.org

e-mail: [email protected]

Orari di Apertura da settembre

Lunedì dalle 9.00 alle 12.30 pomeriggio chiuso

mercoledì  mantiene l'orario continuato dalle 9.00 alle 17.00

martedì dalle 9.00 alle 12.30- dalle 14.30 alle 17.00

giovedì mattino solo su appuntamento pomeriggio dalle 14.30 alle 17.00

venerdì dalle 9.00 alle 12.30-sabato dalle 9.00-12.30(verificare telefonicamente)

Cerca

Banche dati informative

SERVIZI PER IL LAVORO

BANCA DATI PER LA
RICERCA DEL LAVORO

leggi tutto


COWORKING LINIFICIO

leggi tutto


Il Portale del Ministero

sul lavoro


Garanzia Giovani

sito NAzionale

Portale Regione Lombardia


Misure per Imprenditoria

Garanzia Giovani - Sefemployment

vai al sito

Cosa succede in facebook


LAVORO E IMPRESA

Tutto quello che c'è da sapere per diventare imprenditori

Essere uno startupper è emozionante, ha il fascino della sfida, ma richiede tempo, dedizione e preparazione.
Prima di iniziare a pensare a come sviluppare il vostro business, fatevi qualche domanda: sono davvero pronto? So a cosa vado incontro? E so come organizzarmi?

Spesso, pur avendo una buona idea da lanciare, non è facile capire quale sia la direzione da prendere per avere successo e realizzare i propri progetti.
Procediamo con ordine.

Lo startupper

Un aspirante imprenditore deve:

  • essere pioniere, individuando un elemento di innovazione;
  • acquisire una cultura imprenditoriale a 360°, dagli aspetti economico-finanziari al marketing;
  • imparare a gestire al meglio le risorse disponibili, soprattutto quelle umane, che sono le più difficili da “governare”;
  • essere sempre presente;
  • imparare a delegare.

L’imprenditore deve poi avere:

  • capacità di organizzazione;
  • spirito d’iniziativa;
  • forte capacità di persuasione;
  • spiccate doti relazionali;
  • disposizione positiva verso il cambiamento (informarsi sempre attraverso internet, riviste, fiere);
  • capacità di convivere con ansia, rischio e incertezza.

I primi passi da muovere

Individua l’elemento di novità della tua idea, per distinguerti rispetto agli altri tuoi concorrenti e prova a immaginare come reagirà il tuomercato di riferimento.
Un’idea totalmente innovativa può essere un rischio, perché il ritorno economico può richiedere più tempo del normale, a seconda di quanto il bisogno sia percepito o meno.

Per capire se il tuo prodotto è difendibile e sostenibile sarà molto importante analizzare il mercato di riferimento e in particolare:

  • individuare il tuo target potenziale e le sue esigenze;
  • creare relazioni per proporre le tue idee ad eventuali finanziatori interessati (ad esempio (Business angels, Venture Capitalist, ecc.);
  • avere conoscenze, fondate su esperienze e pratiche di successo della piccola impresa italiana;
  • curare la qualità e l’innovazione della tua idea;
  • creare opportunità, basate su un’offerta di prodotti e servizi a condizioni speciali e sulla possibilità di ricevere premi e visibilità.

La forma giuridica

Scegliere la forma giuridica è importante: influenza i costi d’avvio dell’impresa, i costi fissi e la posizione fiscale.
Per questo può essere molto utile l’aiuto di un tecnico (un commercialista o un referente di un’associazione di categoria).

Gli elementi che influenzano la scelta della forma giuridica sono tre:

  • la responsabilità: può essere illimitata, sussidiaria e solidale, come nelle società di persone.
    La responsabilità illimitata prevede che in caso di fallimento possa essere intaccato il patrimonio personale dei soci.
    La sussidiarietà prevede che prima di tutto i debiti gravino sul capitale della società e poi su quello dei soci.
    La solidarietà prevede che tutti i soci partecipino all’onere economico.
    Nelle società di capitali la responsabilità è limitata al capitale investito, quindi il patrimonio dei soci è più salvaguardato;
  • costi fissi annui: le società di capitali costano molto, si devono pagare il notaio, la camera di commercio, il diritto di concessione organizzativa, la pubblicazione del bilancio, il commercialista per la tenuta ordinaria; le società di persone pagano invece solo i diritti della camera di commercio, hanno un regime contabile semplificato invece che ordinario e non serve il notaio.
  • impatto fiscale: nelle società di capitali la società paga l’IRES e l’IRAP, mentre nelle società di persone le imposte si ripercuotono sull’IRPEF dell’imprenditore e l’IRAP resta a carico della società.

Inizio delle attività

Ricordatevi che entro 30 giorni dall’inizio dell’attività bisognerà dichiarare alla Camera di Commercio l’esistenza dell’azienda e vi verrà attribuito il numero di partita IVA (Imposta sul Valore Aggiunto), un codice che la identifica a fini fiscali.

L’iscrizione è un atto pubblico e obbligatorio che documenta l’esistenza dell’impresa, l’attività esercitata e tutto ciò che nella vita dell’impresa può avere rilievo giuridico.
Per ulteriori informazioni relative all’iscrizione al Registro delle Imprese è possibile fare riferimento al portale delle Camere di Commercio d’Italia.

Comunicazione Unica

Per l’avvio dell’impresa bisogna poi ricorrere alla Comunicazione Unica.
Attraverso una procedura telematica, in ComUnica, è possibile eseguire i principali adempimenti necessari:

  • per la pubblicità legale nel Registro delle Imprese;
  • per l’iscrizione all’Albo delle Imprese Artigiane;
  • ai fini fiscali (IVA), previdenziali (INPS) e assicurativi (INAIL).

Attraverso il portale è possibile effettuare la presentazione per via telematica delle domande di iscrizione, variazione e cessazione dell’impresa al Registro delle Imprese, all’INPS, all'INAIL e all'Agenzia delle Entrate. Sarà poi la Camera di Commercio, tramite il Registro delle Imprese, a comunicare anche agli altri Enti interessati le modifiche.

Ricercare finanziamenti

La disponibilità di risorse finanziarie è un elemento essenziale per lo start up di un’impresa ed esistono diverse strade percorribili per farsi sostenere economicamente, come ad esempio:

  • finanziamenti pubblici dedicati esclusivamente ai giovani per l’avvio di un'attività in proprio;
  • finanziamenti pubblici a fondo perduto per l’imprenditorialità;
  • finanziamenti privati per mano dei cosiddetti Business Angels o dei Venture Capitalist, interessati a finanziare le giovani start-up;
  • forme di credito agevolato con istituti di credito convenzionati.

Presentare il proprio progetto

Per accedere ai finanziamenti vi troverete probabilmente ad esporre il progetto in pubblico e dovrete catturare l’attenzione dei vostri interlocutori e illustrare la vostra idea in pochi minuti e nel modo più esaustivo possibile.

Dovrete essere brevi e chiari nel presentare:

  • l’idea di business;
  • quali esigenze si propone di risolvere;
  • il modello di business che si prevede di utilizzare;
  • il mercato di riferimento;
  • la composizione del team (meglio se focalizzato sul progetto ed eterogeneo).

Come suggerisce il team di Kublai “Un buon progetto, se nasce veramente da un’idea forte, dovrebbe essere comunicabile efficacemente in 100/150 parole, o in una presentazione da 5 minuti e 10 slide; per dirla con un esempio usato di solito in questi casi, dovreste essere in grado di raccontare la vostra idea a un venture capitalist/finanziatore potenziale nel tempo che l’ascensore impiega a raggiungere il piano desiderato (elevator pitch)!” (Dal blog di Kublai, sezione Come fare progetti).

Dove trovare informazioni

Per avere informazioni ed essere supportato in fase di avvio, è possibile rivolgersi alla Camera di Commercio delle propria provincia, tenendo presente che uno dei primi passi è l’iscrizione al Registro delle Imprese.
La Camera di commercio è, inoltre, il punto di riferimento degli imprenditori anche per le seguenti attività:

  • deposito del bilancio di esercizio, del bilancio consolidato e dell'elenco soci;
  • deposito del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale);
  • iscrizione agli Albi previsti per particolari tipi di attività (per esempio l'Albo dei commissionari o l'Albo dei gestori ambientali);
  • versamento del diritto annuale;
  • le procedure relative alla variazione, alla cessazione e alla chiusura dell'attività.

Costruire buone relazioni con esperti, potenziali finanziatori e colleghi è molto importante per rispettare il percorso progettuale immaginato, per puntare a perfezionare la propria idea imprenditoriale.

Vedi anche:

Giovane Impresa: il portale per l'imprenditoria giovanile

 


tratto da http: www.gioventu.org

Chi è online

 792 visitatori online

FACEBOOK

 

 

 

SERVIZI UTILI

 

Gira.Lo Informazioni opportunità servizi per i giovani

leggi tutto


CARTA LODI GIOVANI
SCONTI

APPUNTAMENTI

<<  Maggio 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

lavoro flash

Ricerche di personale

11 luglio 2018 - RANDSTAD INHOUSE SERVICES E’ ALLA RICERCA DI: • Periti meccanici • Periti elettrici/elettronici • Periti chimici leggi tutto

5 luglio 2018 - Polis manifatture ceramiche ricerca personale da inserire nella propria sala mostra di Lodi  - leggi tutto