AL VIA GARANZIA GIOVANI

Parte il primo maggio il piano lavoro italiano che assicura un’opportunità a tutti i giovani

Il 1° maggio, festa del lavoro, partirà la Garanzia Giovani, il programma biennale italiano - cofinanziato dalla Ue con 1.513 milioni di euro - dedicato ai giovani disoccupati di età compresa tra i 15 e i 29 anni e che il Ministro Poletti ha spesso definito: «destinato a tutti quelli che non studiano, non lavorano, non stanno seguendo nessun corso formativo». Gli ormai noti Neet.

Il Piano della Garanzia Giovani coinvolgerà tutta la Penisola italiana – ad eccezione della provincia di Bolzano – e dovrà garantire un'offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato, tirocinio, altra misura di formazione o inserimento nel servizio civile ai giovani disoccupati appartenenti a questa fascia di età.

Già da domani e fino al 31 dicembre 2015, i giovani interessati potranno aderire all'iniziativa registrandosi al sito web nazionale www.garanziagiovani.gov.it o ai siti attivati dalle Regioni, comunque collegati in rete fra loro.

I giovani potranno presentare le domande e scegliere la Regione da cui essere presi in carico (non necessariamente quella di residenza). A quel punto le richieste verranno smistate ai centri per l’impiego o alle agenzie private (accreditate dagli enti locali) che avranno il compito di contattare i giovani e di stilare i singoli profili.

Conclusa questa prima fase, l’obiettivo sarà quello di far recapitare ai partecipanti una proposta – contenuta in un «patto di servizio» – entro i quattro mesi successivi ricevendo una proposta o più opportunità tra: Inserimento al lavoro; Apprendistato; Tirocinio; Istruzione e Formazione; Autoimprenditorialità o Servizio civile.


GARANZIA GIOVANI IN LOMBARDIA

Scopri il portale della Regione Lombardia

cerca l'operatore più vicino a te


...